Sorry for the shoes, they are part orange…

Con queste parole Marcin Wasilewski ha iniziato il bis a fine concerto. Si è scusato per il colore del tacco delle scarpe che ha indossato durante il concerto.
Però fanno meno rumore su quel palco delle scarpe “eleganti”.

20140319-230251.jpg

E sì, sarebbe stato molto rumoroso: ha accompagnato con il piede ed il movimento delle gambe tutti i brani e, in quelli più ritmati, si sentiva ugualmente il calpestio.

È stato un bel concerto durante il quale sono stato eseguiti brani famosi, anche di Sting, dei Police e Moon river, reinterpretati in chiave jazzistica.

Marcin ha una presenza di palco molto scenica, per alcuni aspetti avrei detto autistico.

Poche parole a metà performance per elencare i brani eseguiti e quelli della seconda parte.

…e il quarto è un brano mio -sorride- …ma non ha ancora un titolo… -sorride-

e si mette a suonare.

Un bel concerto. Si!

Lascia un commento