Musica

Un’altra cover. Forse…

…meglio dell’originale. L’altra sera l’ho sentita come sottofondo durante una puntata di Suits. Ho attivato Soundhound per scoprire chi stava interpretando la canzone più famosa che io conosca di Gnarls Barkley: Crazy. L’app riconosce quasi istantaneamente il brano, senza dover aspettare i classici 30 secondi. Risultato?

È sempre un piacere

Si, è sempre un piacere, ma per un altro dei sei sensi. Questa sera un’amica mi ha proposto il link a questa versione live di Running to stand still degli U2. https://www.youtube.com/watch?v=0eCv0bXFppc Poco da aggiungere se non “Ma che spettacolo!”.

Il pubblico coinvolto

E il trombettista, dov’è finito?

Un bel concerto quello di questa sera al Verdi Pordenone. Temevo avrei retto poco visto la giornata in montagna e confidavo in uno spettacolo coinvolgente, abbastanza da sconfiggere l’abbiocco. Così è stato. È stato un bel concerto, “ma bello-bello-bello!“

Lo separa un filo sottile

Questa frase mi ha colpito nel discorso di presentazione del concerto di Marin Tingvall. Alle spalle della presentatrice il palco, le quinte verdi ed un movimento di luci ed ombre che scorrono sullo sfondo grazie all’installazione di un artista visivo. Ed in effetti l’introduzione è ha detto bene. In particolar modo per i brani più …

Lo separa un filo sottile Leggi altro »